Chi Siamo

Era il 1990 quando decidemmo di dedicarci con diligenza alla mineralogia e alla paleontologia dell’arcipelago di La Maddalena;  il Parco Nazionale non aveva ancora visto la luce e, nei nostri incontri settimanali, nasceva la voglia di rendere “ufficiale” ciò che ci teneva uniti: costituire un gruppo! Elaborammo un piccolo statuto e ci presentammo di fronte al segretario comunale di La Maddalena per sottoscrivere un atto costitutivo che ci rendesse legittimati a tutti gli effetti. Nasceva così il “Gruppo Mineralogico Paleontologico Maddalenino”, fondato da: Giovanni Cesaraccio, Antonio Gamboni, Tommaso Gamboni, Manuela Urban e Salvatore Guccini.

Le mostre espositive, che già dagli inizi degli anni 80’ iniziammo a frequentare ed organizzare, ci fecero capire che, nel tempo avremmo potuto crescere anche con l’ausilio di nuovi iscritti. La passione in tutto questo tempo non è venuta mai meno, e ne sono testimonianza la ricerca e i vari contatti presi con Università del continente e Professori, studiosi di mineralogia, ai quali inviammo un’infinità di campioni da analizzare, ricevendo molte soddisfazioni per il rinvenimento di specie, anche “nuove” nel territorio dell’arcipelago. Giovanni, che fino a quel momento, aveva lavorato per conto proprio, nel campo mineralogico, poteva contare su “nuovi allievi” da istruire e con i quali condividere la ricerca.

Sfortunatamente la vita ci riserva sorprese spesso contrarie al nostro volere; la morte di Giovanni (03 agosto 1992) arrivò come un macigno che ci travolse, facendoci perdere quella forza che con passione e dedizione avevamo accumulato, cancellando in un solo colpo ogni entusiasmo. La comunità maddalenina perdeva, oltre che l’Uomo, il ricercatore puro che più di ogni altro si era dedicato alla natura in tutti i suoi aspetti. Le sue pubblicazioni sulla flora, sull’avifauna e il libro “Caprera Natura”, sono ancora oggi un valido contributo di conoscenza per chi si avvicina alle scienze naturali.

Rimarranno nel tempo testi e pubblicazioni da consultare, indispensabili per ogni tipo di ricerca e approfondimento.

Ci volle più di un anno per metabolizzare la perdita del nostro Presidente, della nostra Guida e riprendere piano piano ad occuparci della nostra passione. Nel settembre del 1993 una riunione degli associati sanciva, (nonostante qualche “nuovo iscritto” fosse contrario), di dedicare il gruppo alla memoria di Giovanni Cesaraccio. Da quel momento l’obiettivo fu quello di consolidare e far lavorare gli iscritti con serenità per arrivare un giorno a ufficializzare con atto pubblico questa nuova realtà.

In data 21.02.1996 venne costituita, con Atto Notarile rep. n° 13581/2346, l’ASSOCIAZIONE MINERALOGICA PALEONTOLOGICA “Giovanni Cesaraccio”. I soci fondatori sono: Antonio Gamboni, Tommaso Gamboni, Gregorio Bulciolu, Cristina Mattiato, Manuela Urban e Piera De Giovanni. Associazione attualmente attiva.

L’Associazione così costituita prese forma e diventò, col tempo, un punto di riferimento anche per l’istituendo Parco Nazionale, Ente che più di altri ha fatto in modo che questa potesse continuare a crescere ed essendo a disposizione anche per le manifestazioni di carattere naturalistico che si sarebbero svolte sul territorio. In data 19 novembre 1999 venne stipulata un’Intesa tra il Parco Nazionale e l’Associazione della durata di 15 anni, con la quale l’Ente riconosceva il contributo e l’impegno che la stessa aveva dimostrato nella ricerca, nello studio e nelle pubblicazioni, che avevano portato ad un buon grado di conoscenza sul territorio dell’arcipelago maddalenino nel campo delle Scienze della Terra. L’associazione, da parte sua, metteva a disposizione tutto il materiale raccolto per il Museo Naturalistico, mantenendo contatti con altre associazioni e collaborando con l’Ente per un indirizzo comune quale il rispetto, la salvaguardia, la conoscenza e lo studio del patrimonio naturale.

Atto Notarile costituito da 18 Articoli di Statuto dove al punto 2 è riportato: l’Associazione è un gruppo autonomo, apolitico e non ha scopo di lucro.